Come funziona un impianto fotovoltaico

Il funzionamento di un impianto fotovoltaico è molto semplice, i raggi solari vengono assorbiti dalle celle che compongono la superficie del pannello. Una volta assorbita la luce del sole questa viene trasformata in energia elettrica. Per prima cosa un impianto è composto da:

– Pannelli Solari;
– Inverter;
– Cavi di corrente;
– Struttura di sostegno dei pannelli;
– Sistemi di comando e protezione fulmini.

I Pannelli solari sono formati da moduli cristallini colui che ha la funzione di assorbire la luce solare.

L’Inverter è un’apparecchiatura elettronica che modifica la forma d’onda della corrente che viene prodotta dai pannelli fotovoltaici, che è di tipo continuo, in una forma d’onda utilizzabile compatibile con la rete elettrica e con le utenze finali, che è di tipo alternata.

I Cavi di corrente hanno la funzione di collegare tra di loro le apparecchiature e trasferire la corrente nell’impianto di casa.

La Struttura di sostegno dei pannelli che si può notare soprattutto montata sopra le case a Roma e nelle grandi città, servono a sostenere l’intera struttura dei pannelli alloggiati orizzontalmente.

Sistemi di comando e protezione fulmini è la centralina che gestisce l’impianto e lo protegge dagli sbalzi di tensione dovuta dai fulmini .

La vita dell’impianto e di circa 25 anni con la manutenzione dovuta il tempo può variare di qualche anno in più.
Lo spazio che occorre per allestire un impianto varia dal kW di cui si ha bisogno, per realizzare 1 Kw si ha bisogno di almeno 7 mq.

schema_fotovoltaico_roma